COMUNICAZIONE: Non inviate comunicati via email (anche perchè è disattivata... momentaneamente) perchè nessuno li pubblicherà per voi. Se volete pubblicare dei contenuti su questo sito registratevi seguendo l'apposita procedura. Ognuno può pubblicare i propri contenuti ma attenzione a cosa pubblicate e come (non mettete immagini troppo grosse). Gli account che creano problemi saranno rimossi.

Vi chiediamo anche di fare attenzione a come si presenta una news. L'occhio vuole la sua parte... Aggiungete il leggi tutto.

 

Print

BiennaleMArteLive - Leo Folgori in concerto a Roviano

Written by erica. Posted in News/Comunicati

User Rating:  / 0
Ad accompagnare il concerto anche il reading di Luca Manoni, la performance di danza di Francesca Folgori e il live painting di Cristiano Quagliozzi

26 settembre - Castello Brancaccio - ore 21:00 (ingresso 5 €)

A settembre MArteLive sarà “Ovunque”, sia a Roma che nel Lazio con circa 900 artisti, tra “guest” ed emergenti delle varie discipline, e decine di addetti ai lavori nelle 16 sezioni artistiche.
40 location in 6 giorni ospiteranno circa 250 spettacoli, tra i quali rientra nella programmazione anche quello che andrà in scena sabato 26 settembre a Roviano (Roma) e che vedrà proporre al pubblico un chiaro esempio dello spettacolo totale che in questi anni MArteLive ha proposto e valorizzato tramite la sua offerta culturale.
Leo Folgori sarà in concerto, portando sul palco il suo “Vieni via”, l’album di esordio pubblicato lo scorso 15 maggio e che lo ha visto emergere nella scena della musica cantautoriale romana; ad affiancarlo in questo spettacolo ci sarà il reading di Luca Manoni, suo irrinunciabile compagno di viaggio. Faranno parte dell’evento anche le performance coreografiche di Francesca Folgori e “Mostriciattola”, il live painting di Cristiano Quagliozzi.
L’appuntamento è per sabato 26 settembre a Roviano (Roma), presso il Palazzo Brancaccio, alle ore 21:00 e con ingresso di 5 €.
La BiennaleMArteLive rientra tra i festival di particolare interesse per la vita culturale della Città ed è realizzato con il sostegno di Roma Capitale e Regione Lazio in collaborazione con Acea e SIAE ed è inserito nel cartellone dell'Estate Romana 2014.

LEO FOLGORI
Leo Folgori (Tivoli, 1982) cresce e vive tutt’oggi a Roviano, piccolo paese della provincia di Roma. La passione sempre crescente nei confronti della musica e dell’arte in generale lo porta a trascorrere il tempo macinando la collezione di vinili della sua famiglia, da De Gregori a De André, da Lolli ai canti di protesta operaia custoditi da suo nonno, dischi ai quali nel tempo si affianca la migliore produzione pop-rock del passato, dai Beatles ai Rolling Stones fino a Santana. In età adolescenziale, nei primi anni Novanta, tra le reminiscenze punk e l’esplodere del movimento grunge, Leo trova spunto per nuovi interessi musicali, che danno il via al suo primo progetto musicale: insieme a Luca Mannoni, Alberto Bonanni e Jamil Quadarella nel 1994 nasce il gruppo The Scarecrow, che in seguito si ridefinirà, nel nome e nello stile, nei Leo Lucas & J. Hotel, La Zattera.
Si iscrive al liceo artistico in via Ripetta a Roma, dove la sua passione musicale ha modo di crescere e maturare ulteriormente, entrando in rapporto con le multiformi facce che una capitale mostra ai suoi visitatori. Tornato nella sua Roviano, si attiva fortemente attraverso l’associazionismo per rivitalizzare il panorama culturale e sociale della sua comunità, non separandosi dal suo fidato collaboratore, il chitarrista Alberto Bonanni. Si cimenta in vari progetti, sia come vocalist (Rino Gaetano Tribute, The Beatles Tribute) sia come batterista (Ratti del Nimh).
Tante esperienze, un approccio sempre più dinamico e attento alla grande tradizione cantautoriale, italiana così come americana (Bob Dylan, Neil Young), lo indirizzano sempre più chiaramente verso il suo debutto discografico, un’esigenza di incidere tutto quello che è maturato, è stato masticato e suonato in tanti anni di passione musicale.
Ritrova l’amico Luca Mannoni e, insieme, si decide di tornare live solamente quando il loro progetto discografico da massa infinita di idee e di stimoli diventerà una serie conclusa di brani musicali. Durante il 2013 si sono esibiti per i teatri e le piazze italiane con il progetto Leo Folgori & Band – Luca Manoni: Oltre la strada (Reading and Songs).
Il debutto discografico del nuovo disco è previsto per maggio 2014, anticipato ad aprile dall’uscita de “Il ballo del serpente”, il primo singolo che sarà presentato anche in versione videoclip.
Print

BiennaleMArteLive Presenta “Lollipop Party ‘50”

Written by erica. Posted in News/Comunicati

User Rating:  / 0
Serata rock’n’roll con diversi artisti ospiti 26 settembre – Locanda atlantide – Ore 21.30 INGRESSO 7 € A settembre MArteLive sarà “Ovunque”, sia a Roma che nel Lazio con circa 900 artisti, tra “guest” ed emergenti delle varie discipline, e decine di addetti ai lavori nelle sue 16 sezioni artistiche. 40 location in 6 giorni ospiteranno circa 250 spettacoli e tra gli eventi principali anche il Lollipop Party ’50, venerdì 26 settembre alla Locanda Atlantide. Il party anni '50 più travolgente e colorato, dopo aver infuocato tutta le penisola, sbarca finalmente a Roma, nella splendida location de la Locanda Atlantide per uno strepitoso ballo di fine estate! Venerdì 26 settembre potrete immergervi nella caldissima notte negli anni '50, tra la musica, la moda e lo stile di quegli anni ruggenti: sarà una serata all'insegna del colore, della musica e dello stile anni '50, con tutti gli ingredienti che rendono l’evento unico nel suo genere! Concerto, DJ set, spettacolo di ballo swing, burlesque, vestiti 50s gratuiti, trucco e parrucco pin up e zucchero filato gratuito a volontà'! PROGRAMMA: Dalle 21.30 - 50s TOTAL LOOK: LE LALINA' , VESTITI VINTAGE GRATUITI, FREE MAKEUP & HAIR STYLING D'EPOCA: LE LALINA' sono Miss Lina Powder e Alessia Bee L'ALì, due professioniste del mondo e dello stile vintage. Hai finito la brilliantina o dimenticato il rossetto? Non sai cosa mettere per l'occasione? Per tutta la serata LE LALINA' saranno le consulenti di bellezza e di stile per tutti gli ospiti del party. Alle ore 22.00 - WORKSHOP DI BALLO SWING E BOOGIE e 50s DANCE SHOW con SWINGUYS: show caratterizzato da simpatia, allegria, evoluzioni ed energia. Uno stile che mixa l’eleganza della salsa e la grinta esplosiva dello swing: la Salsa Swing, le cui caratteristiche fondamentali sono figure semi-acrobatiche in velocità, la grinta nell’esecuzione e l’interpretazione musicale. Si sono esibiti, oltre all’Europa, a Puerto Rico, New York, Los Angeles, Las Vegas, Tokio, San Francisco, Honk Kong, Pechino, Bangalore, Colombia, Acapulco, Montreal e vengono richiesti in tutta Italia sia per stages che per shows. Alle ore 23.00 – I Vazza Nikki in concerto: atmosfere 50s e rockabilly vi trascineranno in pista! Nati nel 2009 come progetto rock’n’roll/rockabilly di matrice americana anni ’50, i VazzaNikki non tardano a trovare la loro identità musicale e artistica e presto iniziano a proporre spettacoli live di non sole cover ma soprattutto di brani originali in italiano ove emerge lo spirito caustico, ironico e talvolta nonsense della band. Uno show di rock’n’roll a 360 gradi, influenze swing, rockabilly, e surf in ogni dove e soprattutto improvvisazione sul palco ed interazione col pubblico che rendono i concerti del quintetto romano differenti ad ogni live. Col tempo i VazzaNikki, cominciano a vantare di un seguito sempre più grande, tanto da essere scelti, nella primavera del 2011, a partecipare alla fiction di Rai Uno “Tutti Pazzi Per Amore 3” con Emilio Solfrizi, Ricky Memphis e Martina Stella. Nell’estate dello stesso anno suonano al Teatro Valle Occupato dopo l’esisbizione di Giorgio Canali e Angela Baraldi. Ad Ottobre vengono chiamati a suonare in diretta su Sky durante la V giornata nazionale degli sporti paralimpici, per la stessa occasione suonano assieme ad Alexia, stravolgendo e riarrangiando in chiave western due loro brani storici. Invece a giugno 2012 vengono assoldati in qualità di musicisti figuranti nella fiction su Domenico Modugno interpretata da Beppe Fiorello. Il loro primo lavoro è: FINTAGE, un disco che va assolutamente ascoltato ! Alle ore 00.15 - Burlesque Show, di Dixie Ramone Alle ore 00.20 - BebopaLuca Dj Set: vi fara' sciogliere le giunture e ancheggiare con il suo irresistibile GROOVE per tutto il resto della notte! Per tutta la serata zucchero filato a volontà e gratuito per tutti i partecipanti. La BiennaleMArteLive rientra tra i festival di particolare interesse per la vita culturale della Città ed è realizzato con il sostegno di Roma Capitale e Regione Lazio in collaborazione con Acea e SIAE ed è inserito nel cartellone dell'Estate Romana 2014. Ingresso: 7 euro Per info: Ilaria 340 8577123 MArte Press
Print

BiennaleMArteLive con Gang of four (UK), Zen Circus (ITA), Kutso (ITA) e artisti in concorso.

Written by Irene. Posted in News/Comunicati

User Rating:  / 0
A settembre MArteLive sarà “Ovunque”, sia a Roma che nel Lazio con circa 900 artisti, tra “guest” ed emergentidelle varie discipline, nelle sue 16 sezioni. La città di Roma sarà il centro nevralgico della manifestazione con gli eventi principali ma in un dialogo forte e fruttuoso con diverse organizzazioni e associazioni che a livello regionale sono impegnati in altri eventi in contemporanea, arricchendo così l’offerta culturale e artistica della regione.Il Lazio, infatti, sarà protagonista con una serie di spettacoli tra il 26 e il 28 settembre in oltre 10 comuni. L’apertura ufficiale è prevista per martedì 23 settembre, dove, sul MAIN STAGE del Campo Boario si esibiranno guest nazionali ed internazionali come Gang Of Four (UK), Zen Circus (ITA), Kutso (ITA) e gli artisti in concorso. La BiennaleMArteLive rientra, inoltre, tra i festival di particolare interesse per la vita culturale della Capitale edè realizzato con il sostegno di Roma Capitale e dellaRegione Lazio, in collaborazione con Acea e SIAE, è inserito nel cartellone dell'Estate Romana 2014 e si candida ad essere un evento di grande rilevanza in Italia, che alla sua edizione “zero” porta la città di Roma, e anche il Lazio, ad ospitare un festival urbano ai livelli dei grandi festival europei. PROGRAMMA: 23 settembre - Gang Of Four + Zen Circus + Kutso In concorso MUSICA: Venus in Furs, Rebel Bricks, Odiens, Rubbish Factory, Sixth Minor, Dissidio PITTURA: Astrid Sarrocco, Ebe Petronio, Beetroot, Francesca Biundo, Manuela Mercuri, Luana Lentini, Davide Rotella, Luca Grechi TEATRO: Macroritmi, Emilio Barone, Daniele Parisi DANZA: Lost movement, Bellanda, Arianna Ilardi CIRCO: Silvio Gioia Marzia Ghezzo, Andrea Corridoni, Adoliere, Ilaria Fonte CINEMA: “NON E’ SUCCESSO NIENTE” di Chantal Toesca, "SENZARIA (Airless) " di Massimo Loi & Gianluca Mangiasciutti, "Dreaming ApeCar" di Dario Samuele Leone, "Try and see" di Giacomo Pecci, "L'impresa " di Davide Labanti VIDEOCLIP: Francesco Lettieri con il video QWERTY dei K-Conjong, Roberto Zazzara con il video Best Kept Secret di Amp Rive, Ruggero Pini con il video Nothing to me dei Godblesscomputers, Mario Parruccini con il video Love dei Sistiana, Lucio Laugelli con il video Teenage Calling dei Femme Fatale, Giuseppe Pezzulla con il video Per te...Pizzica Pizzica di Mascarimirì MODA: Giulia Loi, Valentina Bonucci ARTIGIANATO: Gerla Handmade, Michela Mok DJ: Dj Saint Dog, DJ Tilly, DJ Tony De Lestat VJ: Miaghi, Elyo, Videoblink GRAFICA: ANA TRPCHEVSKA, Pietro Barone WRITERS/STREET ART: Studio Polpo, Ironmould Biografie: GANG OF FOUR Band storica e seminale per il movimento post punk, gli inglesi Gang Of Four - autori dell'album capolavoro "Entertainment" (1979) - coniarono un nuovo suono angolare che rileggeva il funk attraverso la carica sovversiva del punk. La loro musica ha influenzato schiere di musicisti , tra cui Franz Ferdinand, Bloc Party, The Rapture e LCD Sound System. ZEN CIRCUS Il Circo Zen, da Pisa. Otto album ed un Ep all’attivo, quasi diciott'anni di onorata carriera e più di mille concerti. Hanno riportato lo spirito padre del folk e del punk al moderno cantautorato con Andate Tutti Affanculo (2009) un successo -vero- di pubblico e critica che li ha consacrati dopo anni di duro lavoro. Questa attitudine è stata premiata nel tempo da un pubblico affezionato, sempre più transgenerazionale ed in esponenziale crescita: il terzo disco completamente in Italiano infatti, Canzoni contro la natura (2014) debutta in top ten nella classifica Fimi/Gfk ed al primo posto su quella di Itunes. Un altro tassello di una storia che non accenna a fermarsi e riparte per un’altro never ending tour. KUTSO I KuTso uniscono scherzo e provocazione ad un linguaggio musicale gioiosamente frenetico. La loro musica solare e irriverente è il tappeto sonoro di testi segnati da forti dosi di simpatico disfattismo e smielato sarcasmo. I concerti, veri e propri mix esplosivi di nonsense, disperazione, movimenti inconsulti, invettive e travestimenti estemporanei trasportano il pubblico in un’atmosfera surreale e sgangherata.
Print

BiennaleMArteLive con Fanfarlo (UK), Mogwai dj set (Scozia), Summer Camp (California), Sadside Project (Italia) + artisti in concorso

Written by MArtePress. Posted in News/Comunicati

User Rating:  / 0
Fanfarlo (UK), Mogwai dj set (UK), Summer Camp (UK). A settembre MArteLive sarà “Ovunque”, sia a Roma che nel Lazio con circa 900 artisti, tra “guest” edemergentidellevariediscipline, nelle sue 16 sezioni. La città di Roma sarà il centro nevralgico della manifestazione con gli eventi principali ma in un dialogo forte e fruttuoso con diverse organizzazioni e associazioni che a livello regionale sono impegnati in altri eventi in contemporanea, arricchendo così l’offerta culturale e artistica della regione. Il Lazio, infatti, sarà protagonista con una serie di spettacoli tra il 26 e il 28 settembre in oltre 10 comuni. L’apertura ufficiale è prevista per martedì 23 settembre e il centro nevralgico di tutta la manifestazione sarà lo spazio dell’ex Mattatoio di Testaccio, dal Campo Boario a LaPelanda-Factory fino all’area esterna del MACRO Future e il Big Bang, che ospiteranno l’evento principale con le finali nazionali del contest MArteLive. Sul MAIN STAGE del Campo Boario il 24 settembre si esibiranno guest nazionali ed internazionali come Mogwai dj set, Fanfarlo, Summer Camp e Sadside Project in contemporanea ogni sera circa 200 artisti in concorso distribuiti nelle 16 sezioni artistiche di MArteLive. La BiennaleMArteLive rientra, inoltre, tra i festival di particolare interesse per la vita culturale della Capitale ed è realizzato con il sostegno di Roma Capitale e della Regione Lazio, in collaborazione con Acea e SIAE, è inserito nel cartellone dell'Estate Romana 2014 e si candida ad essere un evento di grande rilevanza in Italia, che alla sua edizione “zero” porta la città di Roma, e anche il Lazio, ad ospitare un festival urbano ai livelli dei grandi festival europei. Tra i guest, che affiancheranno i giovani artisti, in esposizione ci saranno anche le opere di Jorit, Cristiano Quagliozzi, Milena Scardigno. PROGRAMMA: 24 settembre - Fanfarlo + Summer Camp + Mogwai djset + Dog Byron In concorso: MUSICA: Sonic Flowers, Mai Personal Mood, Hola la Poyana, Virgo, Nima Marie, Daniele Sciolla PITTURA: Giulia Cacciuttolo, Sonia Catalogna, Andrea Bartolucci, Annachiara Musella, Rosamaria Crupi, Emanuele Copernico, Lorenzo Fasi, Francesca Morozzi TEATRO: Letizia Forever, Albereto Lorrai, Cortocircuito DANZA: Francesca di Somma, Rachael Mossom dance, DDP - GROUP, Sicily Made CIRCO: Wendy, Compagnia ImmaginAria, RHO CINEMA: "ENFASI MISTICA DI UN AMORE OSCURO” di Gianluca Morini, “AMIR” di Jerry D’Avino, “CHEWING GUM” di Adriano Giotti, "America" di Alessandro Stevanon, "37°4S" di Adriano Valerio, "Margerita" di Alessandro Grande VIDEOCLIP:Luca Poce con il video A ritmo di pioggia di Mathì, Simone Rossini e Giulio Torlo con il video di Enjoy The Silence (Depeche Mode cover) RandomClockWork, Mauro Talamonti con il video Millecolori di Daniele Celona, Luca "Kudu" Anello con il video Lady Killer di Zoas, Roberto Eduardo Maria Mazzarago con il video Swingin' London dei The Yellow feat. Sdrumità MODA: Vagame, Donato Coscione DJ: NO Hay Banda, DJ Giodee, Dj Soulpusha VJ: Miaghi, Elyo, Videoblink GRAFICA: Alessandro Ribaldo, Gabriele Vincenzo Malaspina WRITERS/STREET ART: Cruel, Xavier GLI EVENTI OFF Intorno all’evento principale decine di “eventi off” distribuiti in tutta la città di Roma e nel Lazio. Maggiori info su labiennale.eu e #BiennaleMArteLive FANFARLO Uno dei gruppi piu? consolidati della scena musicale attuale, dopo l'exploit di "Reservoir" del 2009 e la conferma con "Rooms Filled With Lights" del 2012. Nel 2014 è uscito il terzo album "Let's Go Extinct", una riflessione sull'evoluzione umana e sui futuri possibili,che pesca a piene mani da immaginari sci-fi e apocalittici, da Kurt Vonnegut a Alan Watts e Miroslav Holub. Ma "Let's Go Extinct" e? anche un ottimo disco pop, che in qualche modo ritorna alle atmosfere grandiose del loro debutto che aveva fatto gridare al miracolo. SUMMER CAMP Un duo indie pop formatosi nell’ottobre del 2009. Il loro stile musicale è influenzato dal girl pop degli anni ’60 e dal synthpop degli anni ‘80. I testi delle canzoni parlano di conflitti adolescenziali, relazioni fallite e ossessioni. SADSIDE PROJECT Una band alternative rock-blues garage di Roma. La loro musica presenta varie contaminazioni: rock'n'roll, folk tradizionale e blues. Sono un duo nato nel 2008. Nel 2009 vincono il Rock Contest organizzato a Firenze da Controradio e nel 2011 firmano per l'etichettaJestrai Records che produce il loro primo album Fairy Tales. La promozione del disco li vede impegnati come gruppo di supporto per il tour italiano di Joe Lally dei Fugazi, per poi essere invitati dai Verdena ad aprire due delle date più importanti del loro Wow Tour, a Firenze e a Roma. Nel 2012 entrano in studio per registrare il secondo lavoro. L'album, intitolato Winter Whales War vede la luce il 22 febbraio 2013 sotto l'etichetta Bomba Dischi/Audioglobe e vede la collaborazione di diversi artisti del panorama musicale italiano: Roberta Sammarelli (Verdena), Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion), Alberto Mariotti (King of the Opera), Clemente Biancalani (Bad Apple Sons). MOGWAY Gruppo post-rock scozzese formatosi nel 1996 a Glasgow. La loro musica ha influenzato gruppi come Giardini di Mirò, Explosions in the sky e Mokadelic. Lo stile della band è andato evolvendosi attraverso i vari album. Rock Action, pubblicato nel 2001, si caratterizza per suoni armoniosi. La decisione di lavorare di più con suoni non tradizionali, grazie a basi e synth, influenza notevolmente gli album successivi, fino a Mr. Beast, pubblicato nel 2006. In The Hawk Is Howling il gruppo si abbandona a lunghe suite strumentali ricche di giustapposizioni di tempi e elementi. Nel febbraio 2013 pubblicano un EP, Les Revenants, contenente i brani appartenenti alla colonna sonora dell'omonima serie televisiva francese. Nel mese di ottobre 2013, la band annuncia il titolo del nuovo album, Rave Tapes. DOG BYRON Nascono nel settembre del 2010 a Roma. Amano i suoni grezzi del Grunge, la melanconia delle atmosfere acustiche, la profondità del Blues. Non hanno pregiudizi. Raccontano storie di blues e lo fanno a modo loro, guardando al passato e spesso citandolo. I club della capitale e le storiche radio indipendenti romane subito li apprezzano. Il 15 aprile 2011 esce il loro Ep d’esordio presentato in un doppio concerto al Brancaleone di Roma. Partecipano ad Enotica Festival e al RocknBlues live Contest for Emergency; sono vincitori del premio Mojo Station, che li definisce “la band romana del momento”. MArtePress
Print

I WORKSHOP DELLA BIENNALE MARTELIVE

Written by erica. Posted in News/Comunicati

User Rating:  / 0
I Workshop della Biennale All’interno della BiennaleMArteLive anche incontri di formazione con esperti e professionisti nel mondo della cultura, della musica, delle arti visive e della comunicazione MArteLive colora l’autunno della capitale con l’arte e le performances dal vivo di oltre 900 artisti, tra “guest” nazionali ed internazionale ed emergenti delle varie discipline artistiche provenienti da tutta Italia. A settembre MArteLive sarà “Ovunque” in oltre 40 location per 6 giorni e con circa 250 spettacoli tra concerti, performance, rappresentazioni teatrali e di danza, proiezioni, installazioni, reading, street art e dj set nelle periferie, videomapping di monumenti e altro in perfetto stile MArteLive.” Quale occasione migliore per un confronto tra artisti, pubblico ed addetti ai lavori in un ottica di crescita e formazione professionale? Il ricco programma prevede, infatti, anche degli appuntamenti di FormazioneLive (www.formazionelive.eu) dedicati alla formazione e aggiornamento professionale con workshop e incontri con esperti, docenti e professionisti del mondo dell’arte e della comunicazione, si avvicenderanno con la parte artistica tra gli spazi di Palazzo Incontro, alla Città dell’Altra Economia e La Pelanda nella zona di Testaccio. La BiennaleMArteLive rientra tra i festival di particolare interesse per la vita culturale della Città ed è realizzato con il sostegno di Roma Capitale e Regione Lazio in collaborazione con Acea e SIAE ed è inserito nel cartellone dell'Estate Romana 2014. [Scheda] IL PROGETTO FORMAZIONELIVE Con il progetto FormazioneLive (www.formazionelive.eu), attivo da diversi anni, MArteLive affianca alla sua realtà artistica di comunicazione e ricerca di nuovi talenti in ambito culturale quella di coaching e formazione. Il mondo della cultura e degli eventi in ambito artistico, ma non solo, richiede figure sempre più qualificate. Quali sono le strategie per raccogliere fondi e trovare risorse, da istituzioni e privati, per realizzare un evento, dal concerto alla mostra, dal festival a un happening aziendale? Come si comunica un evento, un concerto, un “artista”? Quali sono le nuove metodologie e tecniche di scrittura e comunicazione che possono dar vita a notizie e informazione specifiche e interessanti per i lettori? La risposta non è mai univoca ma vede una ricerca attiva e sempre ricca di spunti nella quale ognuno può cimentarsi in un percorso e creare nuove strategie. Attraverso corsi mirati, laboratori e un dialogo costante con esperti e professionisti sul campo, è stata attivata la sezione specifica dedicata alla preparazione professionale e all’inserimento nel mondo del lavoro. Il percorso didattico e pratico è strutturato favorendo un coinvolgimento diretto e immediato nelle attività di organizzazione e di gestione delle attività ed eventi MArteLive favoriscono un approccio fattivo alle routine quotidiane e lavorative nel campo della comunicazione, del giornalismo, dell’ufficio stampa, dell’organizzazione degli eventi culturali, della produzione di eventi musicali e del fundraising. E’ questa la chiave dell’esperienza e del successo dei corsi, che si svolgono durante l’anno, con la volontà e il piacere di condensare in pillole esperienze e percorsi che danno uno spunto a chi vuole affacciarsi in questo mondo. Con questo stesso spirito di condivisione e ricerca, in occasione della BIENNALE MArteLive si svolgono una serie d’incontri con esperti e professionisti che spaziano dalla fotografia alla comunicazione radiofonica, dalle arti circensi alle strategie di crowfounding e comunicazione web 2.0, cadenzati secondo tre modalità differenti: la formula Free, che prevede la possibilità di seguire a titolo gratuito gli incontri e gli interventi di esperti e professionisti in vari ambiti culturali, oltre alle presentazioni dei corsi professionalizzanti direttamente tenuti dallo staff di MArteLive con la possibilità di partecipare al test per l’assegnazione di sconti e borse di studio; la formula Up to you, che prevede un contributo libero e facoltativo a supporto delle lezioni tenute; la formula Chip for me, che presenta delle vere e proprie lezioni mirate ma favorisce l’apprendimento didattico e professionale con un costo minimo, offerto ad hoc per la Biennale, che può variare dai 15 ai 40 euro. I workshop della biennale Dal 23 al 27 settembre, dalle 9.00 alle 21.00 le giornate della Biennale saranno caratterizzate da incontri, laboratori e masterclass con professionisti che si alterneranno in diversi spazi della capitale. Da Palazzo Incontro, sede di Fandango Incontro e della libreria - caffè - spazio lettura nel cuore di Roma, in via dei Prefetti 11, allo Spazio Cerere nella zona di San Lorenzo; dalla Città dell’Altra Economia a Testaccio, all'interno del Campo Boario dell'ex Mattatoio a La Pelanda all’interno del MACRO TESTACCIO nel complesso ottocentesco dell'ex-Mattatoio - importante esempio storico dell'architettura industriale monumentale e razionale della fine del secolo a Piazza Orazio Giustiniani 4 – riqualificato e utilizzato dal 2003 per attività espositive, formative e laboratori: sono gli spazi che ospiti gli incontri. Tra i diversi relatori ed ospiti che presenziano incontriamo: Paolo Masini, l’Ass. Politiche delle periferie del comune di Roma che aprirà la settimana degli incontri con il suo intervento “Istituzioni e decoro urbano: la Street Art” alla Città Altra Economia martedì 23 settembre alle ore 10.00; diversi incontri su arte, territorio, editoria creativa e l’intervento di Maurizio Vanni Direttore del Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art, sulla “Museologia contemporanea”; un masterclass con gli ospiti d’eccezione francesi Ze Turtleson e Rastaxel sulle tecniche di giocoleria professionali; si parlerà della realtà aumentata con il docente Nello Barile e stampanti 3d con i MAKERS della capitale; Chiara Aliberti – Silvia D’Oranzi di Stanza101 per un laboratorio creativo sulle Web Series – la fiction nella rete; laboratori di restauro e tecniche artistiche con Giulia Rollo e Dafne Cimino; laboratorio di teatro per adulti e bambini con Giada Prandi; come si realizza un abito da sera, laboratorio tecnico con Agata di Giannantonio; corsi di stampa e fotografia, “ La sottile linea tra fotografia di moda e fine art” al Pastificio Cerere con Angelo Cricchi e Ludovica Palmieri; Luca Bertelli accompagnerà a conoscere e suonare il nuovo strumento di percussione l’Hang; addentrarsi nelle dinamiche interattive del web 2.0 con il TALK LAB su Performing media per l'innovazione territoriale di Carlo Infante (Urban Experience), e molti altri. Solo alcuni degli ospiti e degli incontri ai quali saranno affiancati i workshop istituzionali e pratici di FormazioneLive sulla progettazione di eventi, ufficio stampa, editoria, produzioni musicali e utilizzo dei CMS Joomla e Wordpress seguiti dalla possibilità di fare test per vincere borse di studio per partecipare ai corsi di formazione che inizieranno a fine ottobre. Per maggiori info e prenotazioni obbligatorie scrivere: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Print

AREA765 IN CONCERTO A EMPOLI (FI)

Written by erica. Posted in News/Comunicati

User Rating:  / 0
Nuova tappa del tour “Altro da fare” 2014 20 Settembre – Ore 22.30 – ingresso libero Circolo Arci Pozzale, Via Sottopoggio per San Donato, 23, Empoli Gli Area 765 continuano senza soste il loro tour 2014, che in questa estate li ha visti esibirsi in numerose tappe nel centro-sud Italia. Il prossimo sabato 20 settembre saranno in concerto a Empoli (Firenze), durante Pozzale in Fermento, la prima Festa della birra artigianale presso il Circolo Arci Pozzale, (Via Sottopoggio per San Donato, 23, Empoli, Firenze, infoline 0571 921935, mail This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. ) La band presenterà i brani tratti dalla sua ultima produzione discografica, “Altro da fare”, album che ripercorre in unplugged il meglio del loro repertorio, dal periodo Ratti della Sabina fino a ‘Volume Uno’ (album d’esordio nel 2012 del progetto Area765). La prossima tappa del tour degli Area 765 sarà Contigliano (Rieti), il prossimo 27 Settembre, in occasione della Biennale MArteLive. Il nuovo disco è stato pubblicato lo scorso 22 maggio e presentato ufficialmente il 24 maggio al Circolo degli Artisti di Roma: 18 brani (tra cui due inediti, l’omonima titletrack e “L’ultimo tango”) che ripropongono in una nuova veste sonora brani divenuti dei classici nel repertorio della band laziale. Un disco che nasce soprattutto dalla voglia di regalare ai fan un nuovo modo di ascoltare e vivere i brani dandogli la possibilità di coglierne l'intimo valore a partire dal testo. In alcuni casi le canzoni sono state stravolte rispetto alla versione originale al punto da suonare come nuove, pur mantenendo lo stesso testo e la stessa linea melodica. In questo modo si è assistito ad una vera e propria riscoperta di brani che si sono svestiti del loro originario timbro folk assumendo una personalità più attuale e in linea con lo stile degli Area765. L’uscita del disco è stata anticipata dalla pubblicazione, il 14 aprile, del videoclip del primo singolo, “Altro da fare”, realizzato con un cartoon opera di Federica Latteri della Scuola Romana dei Fumetti. Biografia Gli Area765 nascono nel 2011 in seguito allo scioglimento dei Ratti della Sabina da cui prendono l’esperienza storica di un progetto musicale che dal 1996 al 2010, partendo dalla piccola provincia di Rieti, ha saputo imporsi sulla scena musicale italiana con passi misurati e regolari che si traducono in 6 album in studio e oltre 700 concerti in un tour senza soluzione di continuità sui palchi di tutta Italia, piazze gremite e locali spesso sold out. A maggio 2011 c’è stata la presentazione al pubblico del progetto Area765 con un doppio live al Jailbreak di Roma, prima tappa di "Salto Nel Vuoto", il tour 2011 (conclusosi nel dicembre dello stesso anno, durante il quale è stato riproposto il repertorio dei Ratti della Sabina rivisto in chiave rock oltre alla proposizione di alcuni brani inediti). A Maggio 2012 esce "Volume Uno", primo album della band, anticipato dal singolo "Galleggiare", il cui video viene pubblicato in esclusiva sulla Home Page del sito XL-REPUBBLICA, a cui ha fatto seguito il "Volume uno" Tour 2012. A gennaio 2013 esce “KANT vs DYLAN DOG”, secondo singolo estratto da “Volume uno”, che per la promozione del video si avvale della piattaforma Musicreleaser.it (primo gruppo in Italia ad usufruire di questa piattaforma per il marketing digitale e social). Nei live vivono una buona parte di quei brani che hanno contribuito alla storia e al successo dei Ratti della Sabina: “Chi arriva prima aspetta”, “Accorda e canta”, “Tra la Luna e la tua Schiena” e "Galleggiare” e "Kant VS Dylan Dog" primi due singoli tratti da Volume Uno. Il 22 maggio è uscito “Altro da Fare” (in esclusiva streaming su FanPage), il loro nuovo disco, questa volta unplugged, modalità già proposta e accolta con successo durante la lunga tournée 2013: il progetto, oltre a degli inediti, prevede una rivisitazione di brani provenienti da “Volume 1” e anche i maggiori successi della stagione Ratti della Sabina. Il debutto in versione unplugged è stato anticipato dall’uscita dell’omonimo singolo-videoclip, pubblicato il 14 aprile, mentre il 24 maggio si è svolto il concerto di presentazione presso il Circolo degli Artisti di Roma. Dicono di “Altro da fare” Il Fatto Quotidiano – Diletta Parlangeli «La versione unplugged dona nuova linfa, esaltando la matrice folk dei brani. Alcune derive di classico cantautorato gettano qualche ombra sulla libido musicale, ma un sapiente posizionamento degli archi rende sensuali molti brani. […] Preferite: “Sarà per questo”, “Galleggiare”. Consiglio: vederli live» Internazionale – Pier Andrea Canei «Tra la luna e la tua schiena. È una canzone semplicemente bella, questa ballata in due diverse versioni acustiche (una con tempo dimezzato e senza ukulele) di quel che resta dei Ratti della Sabina nell’album unplugged Altro da fare» Pagina99 – Saverio Caruso «Combat folk dalle terre della sabina laziale, è questo il succo della musica degli Area765 […] Canzoni a volte stravolte rispetto alla versione originale al punto da suonare come nuove, pur mantenendo la medesima scrittura e la linea melodica» La Scena – Vittorio Lannutti «Sospeso tra introspezione e aperture festaiole, questo disco rappresenta una buona occasione per lasciarsi andare a ricordi, emozioni e malinconie» Extra Music Magazine – Martina Tiberti «Ascoltando bene le dinamiche si comprende la profondità del lavoro che ha sostenuto il cambiamento acustico di ciascun pezzo. Non troverete né autoreferenzialità né facili ripetizioni: il risultato è il frutto di un’architettura sonora lavorata con cura giorno dopo giorno, di abili di lavori di manovalanza sul passato che rivelano emozioni più accese sotto la roccia di forme canzoni che sembravano cristallizzate in un passato ingombrante» Blogfoolk – Daniele Cestellini «È come se ci trovassimo in uno spazio sospeso, legato a doppio filo alle tradizioni rock e folk che hanno ispirato e caratterizzato in passato le produzioni di questi musicisti» MusicaMag – Maurizia Vaglio «gli Area765 riescono per lo più a rimanere essenzialmente sé stessi, ed a trasmettere emozioni e messaggi ricchi di sensibilità, con contenuti per lo più introspettivi. […]Fa piacere vedere ed ascoltare formazioni che ancora fanno della ricerca, della sperimentazione e del rifiuto della statica ripetizione di sé stesse una delle loro cifre comunicative» Brainstorming Magazine – Valentina Pesenti «Non posso far altro che consigliare a tutti l’ascolto di questo album, che farà sciogliere anche i caratteri più duri. E, se apprezzerete queste canzoni, suonate nella maniera più scarna possibile, andate a recuperare anche i precedenti lavori, non ve ne pentirete!» Audiofollia – Francesco Lenzi «“Altro da fare” è un eccellente lavoro,che conferma come ci sia ancora spazio dalle nostre parti per la musica d’autore e i grandi gruppi:e gli area 765 sono parte di questa scena succosa e non deludono in questa nuova veste,solo apparentemente”spoglia”» IndiePerCui «Spensierate poesie in equilibrio tra il nuovo che avanza e il passato che si trasporta con se, come fosse una montagna dalla salita non sempre facile, ma che, con l’aiuto di chi ci vuole bene, risulta più facile nella scalata, verso vette segnate da rossi orizzonti. Un disco pieno, ricco di vibrazioni sonore, quasi fosse un ritrovo in un pub dove si ascolta instancabilmente, per ore, una melodia che parla di Noi» Rock of Ages «E il tutto suona alla grande, visto che sono brani che vengono maneggiati dalla band da quasi un decennio. Si sente anche che in un ambito molto più vicino al folk delle origini gli Area765 si trovano a loro agio e sanno alla perfezione come trattare i brani. Per quanto riguarda i due inediti ( Altro Da Fare e L'Ultimo Tango ) sembrano essere il ponte ideale che collega il passato e il presente» SeeSound – Mirco Calvano «Melodia, dolcezza, carica, finezza sonora, compositiva e testuale sono questi i tratti più evidenti di questo disco che resta un prezioso punto di partenza verso una nuova direzione che, già da questi presupposti, riuscirà a conquistare i fans vecchi e nuovi» To Crash – Stefano Di Ielsi «Altro da Fare si compone di ballate di ottima fattura, che esplorano in versione acustica, profumi, immagini e sensazioni della vita di tutti i giorni. Le tracce di questo lavoro sono un omaggio alla semplicità e alla ri-scoperta dei momenti di vita quotidiana che spesso sfuggono alla nostra vista» MArtePress
Print

Area765 in concerto a Bastia umbra (pg)

Written by MArtePress. Posted in News/Comunicati

User Rating:  / 0
Nuova tappa del tour “Altro da fare” 2014 19 Settembre – Ore 22.00 – ingresso libero Gli Area 765 continuano senza soste il loro tour 2014, che in questa estate li ha visti esibirsi in numerose tappe nel centro-sud Italia. Il prossimo venerdì 19 settembre saranno in concerto a Bastia Umbra (Perugia), al Ceiba Pub Summer (via Bastiola 95, tel. 347 8430277 – mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. ), per presentare brani tratti dalla loro ultima produzione discografica, “Altro da fare”, album che ripercorre in unplugged il meglio del loro repertorio, dal periodo Ratti della Sabina fino a ‘Volume Uno’ (album d’esordio nel 2012 del progetto Area765). Il tour farà tappa anche a Empoli (Fi) il 20 settembre e a Contigliano (Ri) il 27 settembre in occasione della Biennale MarteLive. Il nuovo disco è stato pubblicato lo scorso 22 maggio e presentato ufficialmente il 24 maggio al Circolo degli Artisti di Roma: 18 brani (tra cui due inediti, l’omonima titletrack e “L’ultimo tango”) che ripropongono in una nuova veste sonora brani divenuti dei classici nel repertorio della band laziale. Un disco che nasce soprattutto dalla voglia di regalare ai fan un nuovo modo di ascoltare e vivere i brani dandogli la possibilità di coglierne l'intimo valore a partire dal testo. In alcuni casi le canzoni sono state stravolte rispetto alla versione originale al punto da suonare come nuove, pur mantenendo lo stesso testo e la stessa linea melodica. In questo modo si è assistito ad una vera e propria riscoperta di brani che si sono svestiti del loro originario timbro folk assumendo una personalità più attuale e in linea con lo stile degli Area765. L’uscita del disco è stata anticipata dalla pubblicazione, il 14 aprile, del videoclip del primo singolo, “Altro da fare”, realizzato con un cartoon opera di Federica Latteri della Scuola Romana dei Fumetti. Biografia Gli Area765 nascono nel 2011 in seguito allo scioglimento dei Ratti della Sabina da cui prendono l’esperienza storica di un progetto musicale che dal 1996 al 2010, partendo dalla piccola provincia di Rieti, ha saputo imporsi sulla scena musicale italiana con passi misurati e regolari che si traducono in 6 album in studio e oltre 700 concerti in un tour senza soluzione di continuità sui palchi di tutta Italia, piazze gremite e locali spesso sold out. A maggio 2011 c’è stata la presentazione al pubblico del progetto Area765 con un doppio live al Jailbreak di Roma, prima tappa di "Salto Nel Vuoto", il tour 2011 (conclusosi nel dicembre dello stesso anno, durante il quale è stato riproposto il repertorio dei Ratti della Sabina rivisto in chiave rock oltre alla proposizione di alcuni brani inediti). A Maggio 2012 esce "Volume Uno", primo album della band, anticipato dal singolo "Galleggiare", il cui video viene pubblicato in esclusiva sulla Home Page del sito XL-REPUBBLICA, a cui ha fatto seguito il "Volume uno" Tour 2012. A gennaio 2013 esce “KANT vs DYLAN DOG”, secondo singolo estratto da “Volume uno”, che per la promozione del video si avvale della piattaforma Musicreleaser.it (primo gruppo in Italia ad usufruire di questa piattaforma per il marketing digitale e social). Nei live vivono una buona parte di quei brani che hanno contribuito alla storia e al successo dei Ratti della Sabina: “Chi arriva prima aspetta”, “Accorda e canta”, “Tra la Luna e la tua Schiena” e "Galleggiare” e "Kant VS Dylan Dog" primi due singoli tratti da Volume Uno. Il 22 maggio è uscito “Altro da Fare” (in esclusiva streaming su FanPage), il loro nuovo disco, questa volta unplugged, modalità già proposta e accolta con successo durante la lunga tournée 2013: il progetto, oltre a degli inediti, prevede una rivisitazione di brani provenienti da “Volume 1” e anche i maggiori successi della stagione Ratti della Sabina. Il debutto in versione unplugged è stato anticipato dall’uscita dell’omonimo singolo-videoclip, pubblicato il 14 aprile, mentre il 24 maggio ci sarà il concerto di presentazione presso il Circolo degli Artisti di Roma. Dicono di “Altro da fare” Il Fatto Quotidiano – Diletta Parlangeli «La versione unplugged dona nuova linfa, esaltando la matrice folk dei brani. Alcune derive di classico cantautorato gettano qualche ombra sulla libido musicale, ma un sapiente posizionamento degli archi rende sensuali molti brani. […] Preferite: “Sarà per questo”, “Galleggiare”. Consiglio: vederli live» Internazionale – Pier Andrea Canei «Tra la luna e la tua schiena. È una canzone semplicemente bella, questa ballata in due diverse versioni acustiche (una con tempo dimezzato e senza ukulele) di quel che resta dei Ratti della Sabina nell’album unplugged Altro da fare» Pagina99 – Saverio Caruso «Combat folk dalle terre della sabina laziale, è questo il succo della musica degli Area765 […] Canzoni a volte stravolte rispetto alla versione originale al punto da suonare come nuove, pur mantenendo la medesima scrittura e la linea melodica» La Scena – Vittorio Lannutti «Sospeso tra introspezione e aperture festaiole, questo disco rappresenta una buona occasione per lasciarsi andare a ricordi, emozioni e malinconie» Extra Music Magazine – Martina Tiberti «Ascoltando bene le dinamiche si comprende la profondità del lavoro che ha sostenuto il cambiamento acustico di ciascun pezzo. Non troverete né autoreferenzialità né facili ripetizioni: il risultato è il frutto di un’architettura sonora lavorata con cura giorno dopo giorno, di abili di lavori di manovalanza sul passato che rivelano emozioni più accese sotto la roccia di forme canzoni che sembravano cristallizzate in un passato ingombrante» Blogfoolk – Daniele Cestellini «È come se ci trovassimo in uno spazio sospeso, legato a doppio filo alle tradizioni rock e folk che hanno ispirato e caratterizzato in passato le produzioni di questi musicisti» MusicaMag – Maurizia Vaglio «gli Area765 riescono per lo più a rimanere essenzialmente sé stessi, ed a trasmettere emozioni e messaggi ricchi di sensibilità, con contenuti per lo più introspettivi. […]Fa piacere vedere ed ascoltare formazioni che ancora fanno della ricerca, della sperimentazione e del rifiuto della statica ripetizione di sé stesse una delle loro cifre comunicative» Brainstorming Magazine – Valentina Pesenti «Non posso far altro che consigliare a tutti l’ascolto di questo album, che farà sciogliere anche i caratteri più duri. E, se apprezzerete queste canzoni, suonate nella maniera più scarna possibile, andate a recuperare anche i precedenti lavori, non ve ne pentirete!» Audiofollia – Francesco Lenzi «“Altro da fare” è un eccellente lavoro,che conferma come ci sia ancora spazio dalle nostre parti per la musica d’autore e i grandi gruppi:e gli area 765 sono parte di questa scena succosa e non deludono in questa nuova veste,solo apparentemente”spoglia”» IndiePerCui «Spensierate poesie in equilibrio tra il nuovo che avanza e il passato che si trasporta con se, come fosse una montagna dalla salita non sempre facile, ma che, con l’aiuto di chi ci vuole bene, risulta più facile nella scalata, verso vette segnate da rossi orizzonti. Un disco pieno, ricco di vibrazioni sonore, quasi fosse un ritrovo in un pub dove si ascolta instancabilmente, per ore, una melodia che parla di Noi» Rock of Ages «E il tutto suona alla grande, visto che sono brani che vengono maneggiati dalla band da quasi un decennio. Si sente anche che in un ambito molto più vicino al folk delle origini gli Area765 si trovano a loro agio e sanno alla perfezione come trattare i brani. Per quanto riguarda i due inediti ( Altro Da Fare e L'Ultimo Tango ) sembrano essere il ponte ideale che collega il passato e il presente» SeeSound – Mirco Calvano «Melodia, dolcezza, carica, finezza sonora, compositiva e testuale sono questi i tratti più evidenti di questo disco che resta un prezioso punto di partenza verso una nuova direzione che, già da questi presupposti, riuscirà a conquistare i fans vecchi e nuovi» To Crash – Stefano Di Ielsi «Altro da Fare si compone di ballate di ottima fattura, che esplorano in versione acustica, profumi, immagini e sensazioni della vita di tutti i giorni. Le tracce di questo lavoro sono un omaggio alla semplicità e alla ri-scoperta dei momenti di vita quotidiana che spesso sfuggono alla nostra vista» MArtePress
Print

BiennaleMArteLive Presenta “Locusta Night”

Written by MArteLive. Posted in News/Comunicati

User Rating:  / 0
Con Virginiana Miller & Green Like July 27 settembre – Circolo degli Artisti – Ore 21.00 10 € INGRESSO INTERO || 7 € INGRESSO RIDOTTO A Settembre MArteLive sarà “ovunque”, sia a Roma che nel Lazio con circa 900 artisti, tra “guest” ed emergenti delle varie discipline, e decine di addetti ai lavori nelle sue 16 sezioni artistiche. 40 location in 6 giorni ospiteranno circa 250 spettacoli e tra gli eventi principali anche la Locusta Night, il 27 settembre al Circolo degli artisti, un evento che dà spazio agli artisti dell’innovativa e lungimirante agenzia di booking italiana, propone una serata all’insegna dell’Indie made in Italy. A salire sul palco del Circolo degli Artisti a partire dalle ore 21.00 ci saranno i Green Like July e i Virginiana Miller. Ad aprire le danze il Folk – pop della band lombardo piemontese Green Like July, che sfiora le sonorità americane, alle quali la band si sente molto vicina, pur mantenendo inalterata la variegatura di mondi che contraddistingue la loro musica. A chiudere la serata, la storica band dei Virginiana Miller che, in oltre 20 anni di attività, resta una delle più meritevoli del panorama alternative rock italiano: ci racconteranno dal palco la loro storia con le note della musica che da sempre li contraddistingue. La BiennaleMArteLive rientra tra i festival di particolare interesse per la vita culturale della Città ed è realizzato con il sostegno di Roma Capitale e Regione Lazio in collaborazione con Acea e SIAE ed è inserito nel cartellone dell'Estate Romana 2014. Virginiana Miller I Virginiana Miller, nati nel 1990 a Livorno, sono formati da Simone Lenzi (voce), Antonio Bardi (chitarra), Matteo Pastorelli (chitarra), Daniele Catalucci (basso), Giulio Pomponi (tastiere), Valerio Griselli (batteria). Nel 1997 debuttano con “Gelaterie Sconsacrate” (B&B/Sony), prodotto artisticamente da Marc Simon coadiuvato da Giorgio Canali, allora nei C.S.I. Nel 1999 esce il secondo lavoro, “Italiamobile” (B&B/Sony). A nobilitare le 11 tracce del disco, oltre alle chitarre di Massimo Fantoni, c'è la presenza di Vittorio Nocenzi del Banco. La produzione artistica è, come nel precedente, di Marc Simon. Nello stesso anno viene pubblicato il libro di Giampaolo Simi “Direttissimi Altrove”, un noir dichiaratamente ispirato alle atmosfere di Gelaterie Sconsacrate. I Virginiana Miller seguono così l'autore in una serie di reading di presentazione, allestendo per l'occasione un set acustico. Nel 2002 l'esperienza acustica viene suggellata in SALVA CON NOME (B&B/Edel), un live acustico che sarà l'ultimo disco per Baracca&Burattini. “La Verità Sul Tennis” esce nel febbraio 2003 sull’etichetta Sciopero Records con distribuzione Mescal/Sony. Realizzato con la produzione artistica di Amerigo Verardi, con la partecipazione di Francesco Bianconi e Rachele Bastreghi dei Baustelle come coristi in "Malvivente", "La Verità Sul Tennis" si presenta come un atto d'amore per quello che Clerici definisce lo sport dei ‘gesti bianchi’. Nel settembre 2006, siglato l’accordo con Radiofandango (costola musicale della nota casa di produzione cinematografica di Domenico Procacci) esce il quinto lavoro “Fuochi Fatui D’Artificio”. A curare la produzione artistica è chiamato Marco Lenzi e il fonico è Rino Sassi. Nel 2010 esce per ZAHR/Edel "Il Primo Lunedì del Mondo". Fra le 11 nuove tracce,”L' Angelo Necessario” compare nella colonna sonora del film di Paolo Virzì "La Prima Cosa Bella". Da alcune scene inedite del capolavoro del regista livornese è tratto anche il video di "Acque Sicure". Alle fine del 2010 tutte le classifiche dei siti web specializzati (XL Repubblica, Rockol, Rockit) inseriscono i Virginiana Miller come assoluti protagonisti tra i dischi dell’anno e dell’intero decennio 2000/2010. Hanno, inoltre, vinto il David di Donatello 2013 per la “Miglior canzone originale” con il brano “Tutti i santi giorni”, colonna sonora dell’omonimo film di Paolo Virzì, incluso nella tracklist del nuovo album. L’ultimo LP, “Venga il regno”, prodotto da Ale Bavo (Casasonica) e registrato al SAM studio di Lari (Pisa) con la complicità al mixer di Ivan A. Rossi, si presenta come un album di grande ricchezza, musicale e lirica. Undici tracce dirette ed efficaci che mettono in mostra un cambio d’atteggiamento radicale da parte della band. Un album che vuole essere soprattutto un invito a uscire allo scoperto e a vivere qui e ora, in questo regno, senza aspettare nient’altro che non ci sia già, praticando la bellezza e lasciandola trionfare sul resto. Green Like July I Green Like July nascono ad Alessandria nel novembre del 2003, come progetto cantautorale di Andrea Poggio. Nel corso degli anni, i Green Like July hanno assunto varie forme e adottato diversi stili espressivi. I componenti attuali del gruppo sono il cantautore Andrea Poggio, il batterista Paolo Merlini, il bassista Roberto Paravia ed il polistrumentista Marco Verna. Nel febbraio del 2011 esce “Four-Legged Fortune” per la Ghost Records. Il disco viene registrato negli ARC Studios (Omaha, Nebraska) sotto la direzione di A.J. Mogis e di Jake Bellows. “Four-Legged Fortune” viene accolto con grande calore dalla stampa specializzata, fino ad arrivare a ricevere parole lusinghiere su testate nazionali come Il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera e La Stampa. Il video del primo singolo tratto dall’album (“A Better Man”), realizzato dall’artista Olimpia Zagnoli, viene presentato in anteprima sul sito del New Yorker. Pochi mesi più tardi, nel maggio del 2011, esce per Bad Panda Records l’ep “Two Cover Songs By Green Like July”, contenente le cover di “Crippled Inside” di John Lennon e “September Gurls” dei Big Star. La loro ultima opera discografica sulla lunga distanza, “Build A Fire”, è uscita nel 2013 presso l’etichetta indipendente italiana Tempesta. Una tempesta, per l’appunto, di colori che porta con sé la leggerezza della vita quotidiana: questa la musica dei Green Like July, band sempre pronta a sfidare se stessa e ad evolversi.
Print

BiennaleMArteLive T W I N N I N G

Written by erica. Posted in News/Comunicati

User Rating:  / 0
An evening of live sets, dj sets and art (Scandinavia-Italia) RIALTO SANTAMBROGIO, Roma 26 settembre 2014 Una serata dall’alto tasso artistico, una commistione di arti e generi stilistici quella che andrà in scena venerdì 26 settembre al Rialto Sant’Ambrogio, uno dei tanti momenti inseriti all’interno della programmazione della BiennaleMArteLive, il main event che si svolgerà a Roma e nel Lazio dal 23 al 28 settembre. TWINNING è un progetto che nasce dalla collaborazione della BiennaleMArteLive con il Rialto Sant’Ambrogio. Un gemellaggio tra le realtà produttivo/artistiche italiane e quelle dei paesi scandinavi: un gioco ad ibridarsi in forme nuove partendo da retroterra comuni quali le sperimentazioni elettroniche, una visione pop tipicamente nordeuropea e il desiderio comune di confondersi in linee di confine tra i generi sempre più impalpabili. TWINNING è anche un’occasione di scambio culturale e dialogo con le istituzioni dei paesi europei coinvolti ed è infatti realizzato in collaborazione con le ambasciate di Norvegia, Svezia, Finlandia e Danimarca. In questo senso le oniriche atmosfere elctro noir rock dei MAMMOOTH (new entry MArteLabel, con nuovo album in uscita nel 2015), bene si intersecano con l'intero catalogo dell’etichetta danese Machinedrops. Songs e suoni elettronici mutuati dalla house, dalla techno, dal dub. Rain on me, il singolo in collaborazione tra i Mammooth e la cantante danese Anna Lidell in uscita in primavera, è il perfetto esempio di questo mimetismo sonoro. Anna è sia nel progetto electro rock MARSTALL:LIDELL che in quello electro pop TEENAGE LOVE insieme alla cantante/violinista KATY GUNN, già collaboratrice di Sufjan Stevens. L'incontro con l'etichetta danese si completa col dolcissimo electro-folk di ARVID. L'altro gemellaggio in atto, nelle ore notturne a seguire i live sets, riguarda due giovani alfieri della techno italiana e finlandese. Si tratta di CONRAD VAN ORTON e HANNU IKOLA. Una techno oscura e ricca di pathos, quella del dj italiano, con diverse produzioni all'attivo in simbiosi quasi estatica con la techno spirituale e spessa del producer finlandese. La BiennaleMArteLive rientra tra i festival di particolare interesse per la vita culturale della Città ed è realizzato con il sostegno di Roma Capitale e Regione Lazio in collaborazione con Acea e SIAE ed è inserito nel cartellone dell'Estate Romana 2014. PROGRAMMA COMPLETO LIVE SET (con visual) • 21.30 ARVID (Machinedrops Production) • 22.30 TEENAGE LOVE (ANNA LIDELL + KATY GUNN ) – Danimarca • 23.00 MARSTALL/LIDELL (Machinedrops Production) – Danimarca • 24.00 MAMMOTH (+ GUESTS ?) - ITALIA DJ SET • 00.00/02.00 CONRAD VAN ORTON (Andrea Zanchetta) - Italia • 02.00/04.00 HANNU IKOLA - Finlandia • Mica and the Bastards (+ guest) VIDEOARTE, a cura della sezione cinema e di Giorgio de Finis (MAAM), con il sostegno di Lorena Benatti (FESTARTE) • Noemi Sjöberg, TEHRAN, Spagna/Svezia, 2005, 5’11'' • Outi Sunila, LABYRINTH, Finlandia, 2010, 4’30”.
Print

VIGU' "Ricomincio da qui"

Written by Giovanni Germanelli. Posted in News/Comunicati

User Rating:  / 0
VIGU' "Ricomincio da qui" Vigù presenta il singolo "Ricomincio da qui" (SanLuca Sound - 15 settembre 2014), brano pop-dance energetico che racconta di tutti noi e del nostro sogno nel cassetto, è "l'urlo" per liberare la propria anima, per urlare al mondo "ora senti la mia voce!!!". Immaginate per un attimo di fermare il tempo strozzandolo e di riuscire a creare con facilità il vostro cammino senza essere inseguiti dal quel fastidioso ticchettio e se tutto ciò non sarà possibile, fate come me, trasformare quel ticchettio in musica. Guidera Vito in arte "Vigù" nato a Palermo e bolognese di adozione, inizia a scrivere canzoni scoprendo la passione del canto, privilegiando il genere dance e pop, dal 2002 fino al 2007 inizia a lavorare come animatore turistico nei villaggi e l'arte prende vita, il canto, il ballo ed il cabaret fanno oggi Vigù un vero e proprio show man, dove il teatro, i musical e il presentare nel "coro delle note lunghe di elisa" e "Una voce per Sanremo ", completano la sua esuberanza, un giovane cantautore la cui penna non scrive soltanto per la sua voce, tra i brani scritti spicca "Tra i colori dell'amore", composto e dedicato all'amica Valentina Mattarozzi. Comunicato scritto da Latlantide Promotions
Print

BiennaleMArteLive Presenta “Puglia Sounds Night” con Après la Classe e UNA

Written by erica. Posted in News/Comunicati

User Rating:  / 0
26 settembre – Circolo degli Artisti – Ore 20.00 10 € INGRESSO INTERO || 7 € INGRESSO RIDOTTO A settembre MArteLive sarà “Ovunque”, sia a Roma che nel Lazio con circa 900 artisti, tra “guest” ed emergenti delle varie discipline, e decine di addetti ai lavori nelle sue 16 sezioni artistiche. 40 location in 6 giorni ospiteranno circa 250 spettacoli e tra gli eventi principali anche la Puglia Sounds Night il 26 settembre al Circolo degli artisti, un evento che da spazio agli artisti indie rock pugliesi realizzata con il sostegno di Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale. Special guest della serata gli Après la classe e in apertura due tra le migliori realtà pugliesi degli ultimi anni UNA (Marzia Stano), Io ho sempre voglia e Redrum Alone. Gli artisti si esibiranno sui due palchi del Circolo degli Artisti a partire dalle ore 20.00. I primi a salire sul palco saranno gli Io ho sempre voglia, band reduce nel 2012 da Sanremo e Sziget, che presenteranno i brani del loro secondo lavoro “Riconoscersi”, uscito a maggio 2014. A seguire UNA (Marzia Stano): la cantautrice che presenta il nuovo disco in uscita il 23 settembre “Come in cielo così in terra” con alcuni ospiti d’eccezione. La band leccese degli Après la Classe, ci farà ballare con gli storici brani dei dischi precedenti “Un numero” e “Mammalitaliani” e con i brani dell’ultimo lavoro “Riuscire a volare”. Chiuderanno i Redrum Alone, il duo elettronico formato da Tommaso Qzerty e Piero Peet che spazia tra Electro-Space, Electro Funk, Electro Pop, Techno-Ambient e Indie-Dance. L'evento è realizzato con il sostegno di Puglia Sounds – Po Fesr Puglia 2007-2013 Asse IV azione 4.1.2 4.3.2 Investiamo nel vostro futuro. La BiennaleMArteLive rientra tra i festival di particolare interesse per la vita culturale della Città ed è realizzato con il sostegno di Roma Capitale, Regione Lazio in collaborazione con Acea e SIAE ed è inserito nel cartellone dell'Estate Romana 2014. Après la classe Gli Après la classe, originari di Lecce, sono una band con un sound che spazia dal Dub rock all’Electro rock. Formatosi nel 1996, il gruppo composto da Cesko (voce, Synth, chitarre), Puccia (voce, fisarmonica, Tastiere), Combass (basso, cori), Alex Ricci (chitarra), Giammy (batteria), assume una fisionomia definitiva nel 1999 e nel 2002 esordendo ufficialmente con l'etichetta Edel Italia. L'album di debutto è Après la Classe (2002), che contiene il brano "Paris" diventato subito una hit nelle discoteche e radio italiane e, nel 2006, sigla di uno spot televisivo nazionale e sigla di apertura del programma televisivo Le Iene. Nel 2004 la band pubblica l'album Un numero. Oggi gli Après la classe hanno all'attivo collaborazioni con gruppi affermati come i Sud Sound System e artisti noti come Caparezza e Giuliano Sangiorgi dei Negramaro. Nel 2006 è uscito per la On the road music factory l'album Luna Park, preceduto da un tour nazionale. Il gruppo pugliese ha partecipato al Concerto del Primo Maggio 2007, 2008 e 2009 a Roma. Il 20 aprile 2010 il quintetto ha pubblicato un nuovo lavoro, Mammalitaliani, prodotto e realizzato in collaborazione con Caparezza e uscito con l'etichetta Sunnycola distribuzione Universal. Il nuovo album include l’omonimo singolo (Mammalitaliani) che durante l’estate 2010 ha spopolato nelle radio e nelle spiagge della penisola. Il tour dell'album ha regalato alla band 160 concerti in due anni e due tour negli states. Il 1 luglio 2014 è uscito il nuovo album, Riuscire a volare, prodotto da Colorsound e distribuito da Universal. Le 13 nuove tracce segnano definitivamente la svolta sound della band. UNA Marzia Stano in arte “UNA”, frequenta il Dams e l' Accademia di Belle Arti di Bologna, nasce a Torino ma cresce in provincia di Bari dove comincia a scrivere le sue canzoni sin da piccola. Ha all’attivo numerose collaborazioni e la partecipazione al festival Hit Week, per il quale è partita per gli States nel 2012 insieme a Negrita, Subsonica, Mannarino, Mama Marjas, Boom Da Bash ed altri artisti italiani. Nel 2013 esce il suo primo disco “Una Nessuna Centomila”, con etichetta MArteLabel, anticipato dall'UNconventionAl Tour (un minitour europeo che l'ha vista esibirsi nei più importanti palcoscenici europei tra Parigi, Bruxelles e Berlino, oltre ad una anteprima italiana a Napoli e Bologna). Ad agosto 2013, dopo la rivisitazione del brano di Piero Ciampi "Il lavoro”, l’artista vola a Budapest per partecipare allo Sziget Festival 2013. Dopo l’uscita del secondo singolo “Qui ed ora”, l’ esibizione tra gli headliner del Medimex 2013, e il Premio AFI 2013 – Miglior Progetto Discografico dell’anno durante Premio “Fabrizio de André”, ricevendo il Premio AFI 2013 – Miglior Progetto Discografico dell’anno, a gennaio riparte in tour accompagnata da Gianni Masci (chitarre) e Luca “Molla” Giura (batteria e percussioni) e arriva sul palco del 1 maggio a Taranto su quello del Roma Folk Fest il 24 maggio. Il 10 giugno è uscito “#Scopamici”, il singolo che anticipa il secondo album “Come in cielo così in Terra” in uscita il 23 settembre. Il 17 è uscito, in anteprima su Fanpage il video di “Scopamici” totalizzando in poco più di un mese 60000 visualizzazioni. IO HO SEMPRE VOGLIA Band composta da composta da Vittorio Nacci (voce, chitarra), Silvio Pellicano (basso), Onny Allegretti (batteria, percussioni e cori) , Nicola Vitti (synth, cori), Roberto Mastronardi (chitarra, percussioni e cori). Iniziano nel 2008 con le selezioni di SanremoLAB'08, superando il primo turno eliminatorio e accedendo alle semifinali tenutesi presso il teatro Ariston di San Remo. Poco dopo arriva anche la partecipazione al MEI di Faenza. Tra la fine del 2009 e i primi mesi del 2010 sono impegnati in un'intensa attività live, e nella produzione del loro primo album. Il brano 'SONO' viene inserito nella playlist della trasmissione del 21/05 'DEMO L'acchiappatalenti' di RADIOUNO RAI. Il 2011 è un buon anno per loro tra la partecipazione all’ ITALIA WAVE FESTIVAL, la vittoria del premio 'MEI SUPERSOUND' nella categoria MIGLIOR BAND EMERGENTE PUGLIESE UNDER 25, l’inserimento del 'VOGLIA' nella compilation 'PUGLIA SOUNDS NOW' in uscita il 27/10 con REPUBBLICA XL e il concorso “Cartasì Area Sanremo” che li porta dritto al FESTIVAL DI SANREMO 2012 nel quale si classificheranno al Terzo Posto della Catergoria Giovani. Il 9 Agosto 2012 si è tenuta la loro prima data europea allo SZIGET FESTIVAL di Budapest. Nel Febbraio 2012 esce il loro primo disco omonimo e nel 2014 arriva il secondo disco "RICONOSCERSI" REDRUM ALONE I Redrum Alone sono un duo di musica elettronica. Il loro sound combina un mix di Electro-Space, Electro Funk, Electro Pop, Techno-Ambient e Indie-Dance. Nei loro live si fa ampio uso di sintetizzatori, drum machines, campionatori, vocoder e voci, tutto suonato dal vivo e senza l’ausilio di basi né computer. I Redrum Alone hanno suonato in numerosi club e festival in giro per l’Italia e all’estero, aprendo artisti internazionali del calibro di Kruder & Dorfmeister, Etienne De Crécy, T.raumschmiere, Tying Tiffany, Aucan, ecc. Lo scorso 28 giugno 2012 è stato rilasciato il loro nuovo album "De Redrum Natura", disponibile in digitale e su CD sotto etichetta Ufo Solar. L’album ha già ottenuto ottime recensioni su importanti portali in Italia ed all’estero. Proprio da questo disco è tratto il singolo "OniricAct Part 3 (il Leprotto Remix)" con cui conosciamo la band, oggi.